Passo della Colma (1529m)

03/06/2007

 

Luogo di partenza: ponte di Castiglione 519 m (valle Anzasca)
 

Difficoltà escursione: E

 

Dislivello: 2020 m complessivi di cui 1010 m in salita. (ponte di Castiglione 519m – Villasco 694 m - Alpe Canova 900 m - alpe Cangei 1347m – passo della Colma 1529m – Drocala  940 – ponte di Castiglione)

 

Tempo di percorrenza dell’escursione: 5 h totali senza considerare le soste

 

Raccomandazioni: Durante l’ascesa bisogna fare molta attenzione poiché vi sono innumerevoli sentieri che salgono al passo della Colma seguendo diversi percorsi.

E’ necessario l’uso di scarponi da montagna e un abbigliamento adeguato.

 

Raggiungere il luogo di partenza: dalla superstrada SS33 in direzione Domodossola, si esce a Piedimulera e si seguono le indicazioni per Macugnaga fino a giungere al ponte di Catiglione situato all’ingresso del paese, dove si può parcheggiare l’auto.

Il sentiero che conduce all’alpe della Colma inizia proprio da lì.

 

L’escursione: il passo della Colma è uno splendido alpeggio che si affaccia sia sulla valle Antrona che sulla valle Anzasca.

La prima mezz’ora di cammino potrebbe risultare un po’ noiosa poiché l’ascesa avviene su una strada asfaltata tagliata ogni tanto da un sentiero nel bosco. Raggiunta la frazione di Villasco (piccolo paesino fantasma) l’escursione inizia a farsi interessante.  Il sentiero è sempre ben visibile e piacevole poiché immerso in un bellissimo bosco di faggi.

 

 

Uno dei tanti alpeggi fantasma posti sulla via del pane

 

Il sentiero continua a salire di alpeggio in alpeggio seguendo quella che una volta era conosciuta come “la via del pane”. Durante il percorso si possono anche osservare numerosi vecchi forni che venivano utilizzati in passato per la cottura del pane.

 

Proseguendo per il sentiero si raggiunge l’alpe Cresta, l’alpe Canova, l’alpe Cascinaccia fino a giungere all’alpe Cangei. A questo punto il bosco si dirada e il paesaggio si apre. Sotto di noi appare la valle Anzasca.

 

 

Panorama dall’alpe Cangei

 

In una mezz’ora di cammino raggiungiamo la Colma, dove è posta una Croce e anche un simpatico “laghetto” grande poco più di una pozzanghera…il panorama però ci ripaga ampiamente!

Dalla croce infatti la vista spazia a 360° dalla valle Antrona alla valle Anzasca.

 

 

Giada e Vittorio alla croce della Colma mentre lottano contro una miriade di moschini killer…

 

Per il ritorno si è scelto un percorso alternativo che permette di chiudere un giro ad anello tornando al punto di partenza. Seguiamo la cresta in direzione ovest fino a giungere alla deliziosa alpe Erbalonga, da cui scende un comodo sentiero vero Drocala.

 

 

Uno splendido scorcio di Drocala

 

Drocala un tempo era un fiorente paese, nucleo centrale di Castiglioni. Oggi sopravvive a fatica un’attività agro-pastorale con cicli di lavoro e tecniche di lavoro antichissime. Entrando in paese sembra di essere trasportati in un’altra epoca.

Dopo una breve visita al paese giungiamo ad una chiesetta da dove parte il sentiero per tornare all’auto. Il sentiero parte in direzione est.

In meno di un’ora torniamo al punto di partenza.

 

Un ringraziamento a Giada e Vittorio.

 

 

                                                                                                 indice Val Anzasca