Cima Capezzone

 (2421m)

19/05/2007

Luogo di partenza: Campello Monti (1305 m)

 

Difficoltà escursione: E

 

Dislivello: 2232m complessivi di cui 1116m in salita. (Campello Monti 1305m – alpe piana di via 1715 m – alpe Capezzone 1845m – lago capezzone(rifugio A.Traglio) 2100 –  cima Capezzone 2421m)

 

Tempo di percorrenza dell’escursione: 6 h totali senza considerare le soste

 

Raccomandazioni: Escursione adatta a tutti anche se un po’lunga. E’ richiesto l’uso di scarponi da montagna e abbigliamento adeguato.

 

Raggiungere il luogo di partenza: da Omega si seguono le incitazioni per la Valle Strona, si percorre la strada fino in fondo e dopo circa 20Km si arriva a Campello Monti, dove si lascia l’auto.

  

L’escursione: Campello Monti è un antico borgo Walzer ormai abitato solo nel periodo estivo. In inverno resta completamente isolato dalla neve ed è possibile raggiungerlo solo mediante l’uso di ciaspole.

L’inizio del sentiero è facilmente riconoscibile per la presenza di tracce di vernice. Si attraversa una corta scalinata per poi proseguire in un piccolo sentiero che attraversa una deliziosa vallata. Man mano che si prosegue si può osservare Campello Monti che pian piano si allontana…

 

 

Una veduta di Campello monti dal sentiero.

 

La salita non è impegnativa e il sentiero attraversa numerosi pratoni. Dopo circa un’ora e mezzo di cammino si raggiunge l’alpe Piana di Via.

 

 

Giada e sullo sfondo l’alpe Piana di Via

 

Attraversato l’alpeggio il sentiero inizia a salire verso l’alpe Capezzone. Il sentiero è sempre ben segnalato ed è praticamente impossibile sbagliare. Durante il percorso la fatica è ben ricompensata dalla bellezza di ciò che ci circonda. Dopo l’alpe Capezzone il sentiero si impenna a superare un salto passandogli accanto con ripidi tornanti.

Finalmente dopo due ore e mezza ci appare il lago di Capezzone con il rifugio Abele Traglio.  La sua morfologia e il circondario lo rendono un lago pieno di fascino. Si può osservare la cima Capezzone (2421m) a nord e la cima di Altemberg (detta cima Lago) a ovest.  (2394m).

 

 

Lago di Capezzone

 

Dopo una bella sosta spesa ad ammirare il lago, ci incamminiamo verso la cima Capezzone.

Costeggiamo quindi la sponda destra del lago dopodichè il sentiero si alza piegando a destra ed inizia a farsi più impegnativo poiché la salita si svolge su pietraia. È necessaria quindi un po’ di attenzione. Il percorso è sempre ben segnalato da tracce di vernice e punta in direzione di una bocchetta. Tale bocchetta è posta tra Cima Capezzone e Cima Altemberg e da questo punto è possibile raggiungere in poco tempo entrambe le vette.

Decidiamo di conquistare Cima Capezzone cosicché alla bocchetta seguiamo la traccia di destra, la neve che è ancora presente sul versante nord della vetta ci impedisce di seguire la traccia segnalata cosicché dobbiamo improvvisarci alpinisti tagliando la scoscesa pietraia in direzione della vetta.

Dopo circa un’ora di cammino dal lago Capezzone raggiungiamo finalmente la vetta!

Il  panorama è superbo!

 

 

Foto di vetta

 

 

Uno scorcio del panorama dalla vetta

 

Dopo aver lasciato i nostri pensieri sul diario di vetta ci incamminiamo per la discesa. E’ bene prestare attenzione nell’ultimo tratto dell’escursione, soprattutto durante la discesa.

 

Si ringraziano gli escursionisti della giornata Giada e Vittorio.

                                                                                               

                                                                                             indice Val Strona