Seehorn (2438m)

04/01/2009

Luogo di partenza: parcheggio Hotel Gabi (zona Sempione)

 

Difficoltà escursione: EE

 

Dislivello: 2420m complessivi di cui 1210m in salita (Hotel Gabi  1228m – Blattji 1643m – Laghetto 2027m – Seehorn 2438m)

 

Tempo di percorrenza dell’escursione: 6 ½ h totali senza considerare le soste

 

Raccomandazioni: Escursione bellissima che non presenta particolari difficoltà tecniche. E’ bene comunque affrontarla con un minimo di senso della montagna ed una attrezzatura adeguata. Le tracce sono evidenti per tutto il percorso mentre la segnaletica, a causa della neve, è quasi inesistente. Dal punto di vista fisico l’ascesa è piuttosto impegnativa a lunga (circa 3 ½ h). In estate la vetta del Seehorn è facilmente raggiungibile dal Furggu Pass, dove si giunge in auto.

 

Raggiungere il luogo di partenza: da Verbania si segue la strada statale SS33 del Sempione, si attraversano quindi le dogane italiana e svizzera. Poco dopo la dogana (circa 7 chilometri) ci si ferma nel parcheggio dietro l’hotel Gabi, visibile dalla strada.

 

Traccia GPS: clicca con il tasto destro e "Salva destinazione con nome". Seehorn

 

Album fotografico:

 

L’escursione: la mattinata non presagiva nulla di buono…oltre a non aver funzionato la sveglia e aver fatto aspettare tutto il gruppo (ragazzi scusate ancora!) ero particolarmente terrorizzata dai vecchi ricordi ovvero quando l’anno scorso io e Vittorio avevamo provato a salire sul Seehorn. Non avevo ricordi sul sentiero ma solo sul freddo terrificante che avevo provato!                                               

Arrivati al parcheggio mi faccio coraggio e scendo dalla macchina: canottiera pesante, lupetto felpato, pile da 10 tonnellate, calzamaglia di lana, calzettoni, pantaloni pesanti e scarpe termiche…non avevo freddo! In effetti la temperatura era ottimale, la neve tanta e immacolata, il cielo limpido e azzurro. Fantastico! Seguiamo la direzione Furggu e attraversato un ponticello di cemento, iniziamo a salire passando di fianco ad una baita. Oltre a noi sette tanta altra gente inizia la salita con noi con ovvia superiorità della ciaspola rispetto allo sci…hihihi! Il sentiero è ben battuto e questo rende più accessibili i 1200 metri di dislivello che ci aspettano.. Subito ci addentriamo in un bosco di larici.

 

 

Piccolo scorcio dal boschetto di larici.

 

Il paesaggio è stupendo, Babbo Natale sicuramente si è comprato qui una bella baitina per le vacanze! Dopo circa 40 minuti arriviamo ad un piccolo pianoro con due baite e un fumo invitante che esce dai camini. Qui facciamo una piccola sosta per ricompattare il gruppo. La salita però continua e il bosco inizia a farsi sempre più rado ma non meno bello. Saliamo in direzione Est mantenendo sempre la direzione anche se il sentiero zigzaga con stretti tornanti fino a raggiungere una bella cappelletta. Arrivati in cima alla collinetta dopo un’ora e mezza di cammino iniziamo a scorgere la nostra meta  maestosa e anche abbastanza lontana!

 

 

La vetta si avvicina…per modo di dire

 

Finite le ultime baite con gli ultimi alberelli spelacchiati, il sentiero si apre e intorno a noi fanno capolino moltissime vette innevate tra cui il maestoso trio di 4000 che non ha bisogno di presentazioni: Weissmies, Lagginhorn e Fletschhorn.

 

 

Pronti per l’ultima rampa…

 

L’ultima parte del sentiero, ovvero la salita sul pendio del  Seehorn, è quella più dura che ha messo a dura prova un po’ tutti quanti. Testa bassa e il pensiero della focaccia con cipolle che mi aspettava in vetta ho abbattuto gli ultimi 400 metri di dislivello. E in cima la fatica passa istantaneamente perché il panorama che abbiamo di fronte è mozzafiato! Il Fletschhorn, il Lagginhorn , la Weissmies, il Leone, il Cistella e tutti gli amanti monti bianchi ed immacolati….

 

 

Panorama dalla vetta

 

 

Foto di gruppo sulla vetta.

 

Gli escursionisti Vittorio, Giada, Marco, Ornella, Fabrizio, Luca e Francesca

Grazie Seehorn!

P.S. Dopo l’arrembante e divertente discesa tutti al Simplon-Dorf a mangiare torte ipercaloriche da Arnold…

 

                                                                                                     Sempione