Eugenio – Rovine del Castelliere

 

07/10/2012

 

Luogo di partenza: Ponte Brolla

 

Difficoltà escursione: 4c

 

Lunghezza: 4 lunghezze, poi eventuali 3 lunghezze poco interessanti sul terzo grado

 

Tempo di percorrenza dell’escursione: 3-4 h totali circa

 

Raccomandazioni: Via su roccia con difficoltà contenute e ottima chiodatura a fix inox.

Non sottovalutarne la difficoltà, Ponte Brolla riserva sempre delle sorprese…

 

Raggiungere il luogo di partenza: Dall’A13, passata la galleria in direzione sud, si seguono le indicazioni per Centovalli- Valmaggia-Osernone, giunti a Ponte Brolla voltare a destra e poco dopo parcheggiare di fronte alla vistosa parete.

 

Album fotografico:

 

 

 

L’escursione:  Dopo il brevissimo avvicinamento eccoci alla base della via Eugenio, dove qualche mese avevamo tentato senza successo la difficilotta Wim.

Oggi la guarderemo correre al nostro fianco, ammirandone i passaggi dalla più semplice Eugenio.

Il grado è 4c max ma... Ponte Brolla non tradisce mai e se è vero che la roccia è ottima è altrettanto vero, secondo me, che i gradi attribuiti gli stanno un pochetto stretti, complice anche il fatto che richiede un tipo di arrampicata alla quale non siamo abituatissimi.

 

 

Giada impegnata sulla via

 

Data la scarsa forma di Giada abbiamo deciso che la tirerò tutta io, per cui dopo i preparativi parto sul primo tiro, dato come uno dei più duri e devo ammettere che del 4c ha... ben poco in alcuni passaggi.

Un'arrampicata fatta di tacchette, scaglie ma soprattutto aderenza. Chiudo il primo e lungo tiro tribolando un po' e recupero Giada, che per il fatto di essere ferma da un po', fa un po' di fatica ma alla fine la vedo sbucare e raggiungermi in sosta.

Da qui ci spostiamo una ventina di metri scarsi verso destra (faccia a monte) per continuare la via, anche se la spettacolare, seconda lunghezza della Wim mi chiama con forza! Sarà per un'altra volta e con un'altra storia.

La seconda lunghezza parte decisa con un passaggio atletico e poi una placchetta infida, che si risolve però ben presto, lasciando il posto ad una facile placca appoggiata e ad un muretto breve che precede la sosta, anche questa molto comoda.

 

 

Sorridi Climber!

 

Giada dopo un po' di tribolazione sul passaggino atletico e un po' di sfiducia nelle sue suole consunte, arriva in sosta e possiamo ripartire.

Vado ancora io, per la terza lunghezza, decisamente più facile delle precedenti fino a giungere appeso ad una comoda sosta.

L'ultimo tiro che facciamo è molto bello e dalle difficoltà contenute. Solo un passaggio, appena all'inizio del tiro, si presenta tutt'altro che banale ma forse l'ho affrontato dalla parte sbagliata perché non poteva essere un 4a!

Arriva Giada, meglio di lei solo Alison Hargreaves!

 

 

Giada lungo la discesa

 

Fine della via, che in realtà continua con 3 lunghezze di terzo grado che decidiamo di non fare.

Quindi giù a corde doppie e poi verso un paninozzo a Maccagno!

 

Climbers: Vittorio, Giada e _________

 

 

                                                                                                                                                       Alpinismo