Monte Cazzola (2330m)

15/02/2009

Luogo di partenza: alpe Devero

 Difficoltà escursione: E

 Dislivello: 1380m complessivi di cui 690m in salita (alpe Devero 1640m – alpe Misanco 1907m – monte Cazzola 2330m)

 Tempo di percorrenza dell’escursione: 4h totali senza considerare le soste

 Raccomandazioni: Escursione bellissima che non presenta particolari difficoltà tecniche. Le tracce sono evidenti lungo tutto il percorso. Gita senza pericolo ideale per una ciaspolata dopo una abbondante nevicata.

 Raggiungere il luogo di partenza: da Verbania si segue la strada statale SS33 del Sempione, si esce all’uscita Crodo/Val Formazza. Giunti a Baceno si seguono le indicazioni per l’alpe Devero svoltando quindi a sinistra.

Traccia GPS: clicca con il tasto destro e "Salva destinazione con nome". Cazzola

 

Album fotografico:

 

 L’escursione: la mattina promette bene. Cielo azzurro, sole splendido splendente e una bella colazione con una brioche alla crema della fantastica pasticceria di Crodo. Parcheggiati all’alpe Devero (ben 5 euro…) si inizia la salita verso le sciovie in mezzo a sciatori, snowboarders, sci alpinisti e tanti ciaspolatori come noi. Attraversata l’alpe e superate le sciovie si inizia a salire su un sentiero (visto il gran traffico) più che battuto. Le baite e la fantastica giornata ci regalano bellissimi scorci fotografici.

Baite all’alpe Devero.

Ci inoltriamo nel fitto bosco di larici e subito i rumori della folla di sciatori si attutiscono portandoci in un silenzio magico. E la montagna inizia a parlare…Per una buona oretta seguiamo il sentiero nel bosco fino ad arrivare all’alpe Misanco. Mai come quest’anno ho visto così tanta neve, delle baite rimanevano solo i tetti! Da questo punto in poi il bosco finisce e il panorama si apre . Rifocillati da un’abbondante merenda iniziamo il cammino. Subito il sentiero inizia a tirare e la salita si fa più ardua.

Le fatiche della salita!

Intorno a noi iniziano ad affacciarsi tantissime cime eleganti nel loro candore. Scorre anche l’occhio su tutta l’alpe devero diventata ormai piccola piccola. Lo sguardo però si è incantato allo spuntare del Diei prima e del Cistella poi… La salita però continua e arrivati in cima ad una altura finalmente vediamo la nostra meta non tanto più alta di noi ma al riverbero del sole lontana dai nostri passi. E così inizia l’ultimo attacco agli ultimi 100 metri di dislivello. Passo dopo passo però la timida cima con la croce si fa vedere solo agli ultimi passi…il panorama in cima (a parte la quantità mostruosa di gente…) è stupendo ma forse più che le parole sono le foto a dare un’idea

IL candore della panna montata.

Foto di gruppo: Vittorio, Giada, Davide, Zaba

E a rendere la gita ancora più bella abbiamo finalmente potuto conoscere di persona due dei leggendari amici del leader (www.amici-del-leader.it) !!!

Escursionisti: Giada e Vittorio

                                                                              Alpe Devero