Amsterdam - 13 - 17 Giugno 2009

 

Album fotografico:

 

 

Primo giorno.

Sveglia ore 4.00 e decollo da Malpensa ore 7.15. E’ ancora mattina quando atterriamo ad Amsterdam e ancora insonnoliti ci avviamo alla scoperta della città.

 

La città si presenta subito movimentata: tram, migliaia di biciclette e i numerosissimi canali attraversati da barche di ogni tipo.  Decidiamo di visitare il quartiere dei musei e ci lasciamo trasportare dai magici quadri del museo di Van Gogh. Un po’ “cerebralmente” stanchi per dedicarci ad un secondo museo ci avviamo alla Nieuwe Zijde: passeggiando fra le vie ci imbattiamo nelle Nieuwe Kerk, piazza Dam dove sono presenti il palazzo reale, il municipio ed il monumento nazionale, la Centraal Station ed infine una magnifica chiesa luterana.

 

 

Vita in piazza Dam

 

Dopo una giornata così decidiamo di fare pit stop all’albergo e qui ci arriva una brutta sorpresa…la camera (tre stelle) era fra le più pulciose, luride che abbia mai immaginato…disperati paghiamo un sovrapprezzo per una camera migliore…insomma non prenotate all’Hem Hotel!!!

 

E la notte anche se stanchi l’abbiamo dedicata al quartiere a luci rosse con tante belle signorine e frequentatissimi coffee shop.

 

 

Notte folle ad Amsterdam

 

Secondo giorno.

Ritorniamo al quartiere dei musei per andare a vedere il Rijks museum dove sono presenti fra l’altro capolavori di Rembrant. Stupenda e fantastica è stata anche la passeggiata al Vondelpark sotto una “bella” pioggerellina.

Nel pomeriggio ci siamo dedicati all’esplorazione della Oude Zijde. Oltre a fare una passeggiata fra le vie sono anche tantissime le cose da vedere come la Oude kerck, il quartiere cinese, la chiesa di San Nicola, la Zuiderkerk.

Verso i canali a nord della città è emozionantissima la casa-museo di Anna Frank dove è possibile entrare anche nel nascondiglio segreto messo a punto per sfuggire dai nazisti. È stato difficile trattenere le lacrime!

 

 

La piccola Venezia

 

Terzo giorno.

Ci lasciamo Amsterdam alle spalle per andare a visitare l’Aia e Delft. La prima, la capitale, è la città dei contrasti: la parte moderna con il famoso palazzo della pace e la parte antica che presenta la tipica fisionomia della città nordica. Ma è stata Delft a colpirmi più di tutto. Una piccola cittadina che sembra non abbia subito l’ondata della modernizzazione. Ponticelli, canali pieni di ninfee in fiore, piazze armoniose e chiese degne di una visita. Sicuramente il gioiello di questa vacanza!

 

 

Scorcio di Delft

 

Quarto giorno.

Alla scoperta della Amsterdam Marina fra navi, ponti levatoi con visita al museo della scienza di Nemo.

L’ultimo giorno un po’ di malinconia sembra dovuta…

Grazie Amsterdam!

 

Grazie a Vittorio, Ilaria, Valerio e Giada!

                                                                                        Indice Vacanze