Veronika decide di morire, Paulo Coelho

 

In questo romanzo lo scrittore riversa la propria esperienza personale di permanenza in un ospedale psichiatrico, durata tre anni, e lo fa servendosi della storia di Veronika: una ragazza giovane e bella di 24 anni, slovena, che decide di uccidersi assumendo una forte dose di sonniferi. Non le manca niente se non la gioia per la vita.

La morte non sopraggiunge ed al suo risveglio la giovane si trova in un ospedale psichiatrico. Il suo cuore è rimasto fortemente lesionato e le resta da vivere massimo una settimana.

La morte che aveva invocato, leggera e romantica con i sonniferi, ora si presenta nella sua vita avanzando lentamente. La consapevolezza della morte e le persone attorno a lei, tra cui il dottor Igor e alcuni ricoverati del manicomio, spingono Veronika ad abbandonare la sua parvenza di persona pacata ed educata conducendola attraverso la scoperta del suo vero io. Veronika scopre finalmente che quella persona che ella ha tentato di uccidere non era se stessa, bensì l'immagine che il mondo aveva creato di lei, decisa a vivere appassionatamente ormai ogni giorno che le resta, si avvicina lentamente al suo destino.

 

Un libro splendido che mostra come la serenità e l'amore possono essere trovai anche nei posti e nelle situazioni più impensabili, come un ospedale psichiatrico. Non passano certo in secondo piano le riflessioni che l'autore fa fare ai suoi personaggi riguardo il tema della follia e della normalità.

       

                                                                                                Indice Recensioni