La gaia scienza, Friedrich Nietzsche

 

Scritto dopo Aurora a prima di Così parlò Zarathustra occupa una posizione particolare e mediana tra il Nietzsche positivista e l'ultima fase del suo pensiero, che viene descritta in quella che è senz'altro la sua opera più completa: Così parlò Zarathustra.

La Gaia scienza è senz'altro un'opera simpatica in cui il pensiero del filosofo viene liberato in paragrafi quasi a sé stanti; alcuni taglienti e ironici, altri più seri e motivati.

Il tema dominante dell'opera è senz'altro l'unione tra la conoscenza e la gioia. Nello stile ironico e polemico che gli è caratteristico si scaglia contro tutti i filosofi da Platone in poi, per aver predicato la repressione degli istinti naturali come necessaria al raggiungimento della conoscenza, con il risultato di aver favorito la nascita delle religioni più cupe, necessarie al gregge. Si salva qualcosa soltanto della filosofia greca ed in particolare di Socrate.

Le critiche non mancano neppure per il pensiero scientifico e per il principio di causa ed effetto. Non è un libro facile e non si adatta granché bene a farsi leggere da neofiti della filosofia. "Così parlo Zarathustra" è molto meglio per chi vuole avvicinarsi e comprendere il pensiero del grande filosofo.


                                                                                     Indice Recensioni