La compagnia dell'anello, John Ronald Reuel Tolkien

 

Primo libro della trilogia Il Signore degli Anelli, narra l'inizio della vicenda in cui la quiete fiabesca della Contea, luogo in cui vive la comunitÓ hobbit, viene interrotta dalla festa del centoventunesimo compleanno del signor Bilbo Bagging, al termine della quale egli scompare.

Egli parte per non tornare mai pi¨, lasciando tutti i suoi averi in ereditÓ al nipote Frodo, tutto, compreso un piccolo anello magico trovato anni e anni prima in uno dei suoi viaggi. Lo stregone Gandalf ben presto cerca di persuadere Frodo della necessitÓ di distruggere l'anello e lo convince a partire per Gran Burrone, regno degli Elfi. Tuttavia il male si Ŕ giÓ messo all'opera e cercherÓ ad ogni costo di ostacolare Frodo nel suo intento.

Inizia quindi l'interminabile viaggio dello hobbit portatore dell'anello, in cui Tolkien trasporta il lettore attraverso un mondo fantastico, fatto di spazi grandiosi e foreste buie e cupe. I personaggi del libro rispecchiano il mondo creato, mentre il loro carattere spigoloso e burbero fa eco ai grandi chiaroscuri che ci vengono mostrati.

I nomi dei luoghi e dei personaggi sono musica, un suono che talvolta proviene cavernoso dagli abissi del male, altre volte echi idilliaci che ricordano le visioni del paradiso, o un mondo sepolto che non esiste pi¨.

 

Non Ŕ un romanzo: Ŕ un mondo creato in cui il lettore si immerge al punto di smarrire le coordinate che gli sono familiari. Durante la lettura Ŕ infatti garantito che avvisterete hobbit, elfi e fieri guerrieri al vostro fianco mentre l'occhio maligno di Sauron tormenterÓ i vostri sogni.      

 

                                                                                                Indice Recensioni